La Storia

Il Marchio ANTICHI SAPORI D’AMALFI nasce nel 1989 da parte dei fratelli Cobalto.

 

L’azienda è stata la prima a produrre liquori d’Amalfi e altri prodotti liquorosi e a freddo.

ANTICHI SAPORI D’AMALFI è un’azienda a carattere familiare con vendita diretta senza intermediari.

 

Il limoncello è prodotto con limone sfusato amalfitano acquistato direttamente dai contadini d’Amalfi e dintorni.

La produzione rigorosamente artigianale è garanzia di un prodotto fresco e genuino.

Le fasi della produzione del Limoncello


Prodotti in evidenza

Bottiglia di limoncello cc. 700 33% vol.

Bottiglia classica di limoncello da bere in famiglia o con gli amici.

Ingredienti: acqua, alcool, zucchero, scorzette di limoni freschi.

10,00 €

  • disponibile

Crema di Limone cc. 700 22% vol.

Adatta sia ad accompagnare la piccola pasticceria, sia a correggere un buon caffé espresso.

 

Ingredienti: panna, latte, scorzette di limoni freschi, alcool, acqua, zucchero.

 

13,00 €

  • disponibile

Liquore al Mandarino cc.700

Ottima variante al classico limoncello, viene prodotto esclusivamente nei mesi invernali.

13,00 €

  • esaurito

Crema Mani al Limone ml.90

Effetto idratante immediato, dona una piacevole sensazione di freschezza alle mani.

9,00 €

  • disponibile

Babà al limoncello 1 kg. 14% vol.

Il classico babà napoletano nella sua variante al limoncello

10,00 €

  • disponibile

Baci al limoncello gr.180

Baci al cioccolato fondente ripieni del nostro limoncello

9,00 €

  • disponibile



La Fabbrica Artigianale

Sin dal 1989 i fratelli Cobalto Antonio e Silvio diedero il via alla produzione del Liquore di Limone in Costiera Amalfiana, istituendo uno dei primi laboratori di produzione e vendita del Limoncello. L'impostazione dell'attività è quella di tutelare il Limone Sfusato Amalfitano.

 

Sia il laboratorio che il punto vendita, situato a ridosso della cattedrale di Amalfi, riflettono la volontà di soddisfare le esigenze di coloro che prediligono la qualità dei prodotti.

 

Visitateci ed avrete la possibilità di assistere alle procedure di lavorazione del Limoncello.

Lo sfusato amalfitano

Lo sfusato amalfitano è un limone lunarico unico in Italia e famoso nel mondo, legato all’ambiente in cui è stato importato ed è cresciuto, presumibilmente fin dall’epoca dei rapporti della città di Amalfi con gli Arabi di Sicilia. Tutte le sue caratteristiche, infatti, sono state prodotte dall’ambiente pedoclimatico della costiera, che va da Vietri a Positano, e dall’operosa mano dell’uomo. La coltivazione avviene in terrazze di media montagna, a picco sul mare, o in strette valli e gole quasi sempre prive di strade carrozzabili, grazie all’ardita, quasi inumana volontà degli agricoltori locali, rimasti legati alla loro poca ed aspra terra. Qui il clima è mite per quasi tutto l’anno, esclusi i mesi invernali, quando dall’entroterra del nord calano i venti freddi e le basse temperature; in questo periodo le piante vengono protette con reti, una volta con cannucce. Si distinguono tra le più vecchie piante due cloni: il mezzaspina di Cetara che si estende in una zona di vocazione molto ristretta e lo sfusato di Amalfi, in tutto il resto del territorio. Entrambi hanno rami con spine più o meno accentuate, un ritorno atavico di difesa della pianta contro le avversità atmosferiche. La fruttificazione è abbondante e si divide in due periodi: una ridotta da febbraio ad aprile, ed una più accentuata da maggio a settembre. Questa lunaricità è provocata dall’ambiente: la maggior parte delle piante, infatti, non viene irrigata ma affidata al fresco terreno della montagna, quasi una forzatura naturale.

Siamo in Piazza Duomo